Amo Travel precedentemente noto come Amo Vietnam

Ha Noi

Panorama generale di Hanoi, Vienam

Hanoi affascina facilmente tramite le bellezze eccezionali formate dalle tracce del tempo. Il suo panorama multicolore consiste in diversi monumenti storici, nell’arte tradizionale e straniera visto un lungo periodo coloniale e quello della dominazione feudale settentrionale a prescindere dai paesaggi naturali che hanno la forza di osare ed andare oltre i bombardamenti e gli attacchi subiti in centinaia, migliaia della storia di difendere il paese. Sebbene Hanoi si configuri come il cuore dell’economia, della politica e dell’amministrazione dell’intero paese, tutto questo ritmo frenetico di sviluppo deve concedere comunque alla tranquilità di una cultura millenaria conservata coscientemente da ogni cittadino, di vivere nello spirito di ogni edificio, ogni angolo della città. Hanoi risulta la destinazione ideale per il turismo culturale ed il turismo gastronomico visti i prezzi molto convenienti.

Gli abitanti di Hanoi sono ben conosciuti per l’eleganza ed un’ospitalità verso i turisti, specialmente quelli stranieri. Infatti, possiamo trovare un gran numero di turisti provenienti da tanti paesi in tutto il mondo, addirittura, alcuni di loro hanno deciso di rimanere qui per vivere e lavorare grazie ad una sfera molto amichevole ed un’accoglienza tan calorosa.

Hanoi – Il cuore del Vietnam – Photo Credit: Internet

Storia di Hanoi

Hanoi, in vietnamita significa “dentro i fiumi” ed infatti la capitale viene abbraciata dai 2 grandi fiumi (Il Fiume Rosso e quello di Đáy).

Fu ufficiamente riconosciuta come la capitale per la prima volta nel 1009, sotto il regno di Ly Thai To. Quest’ultimo decise di fondare la nuova capitale sul Delta del Fiume Rosso. Diede dunque il nome “Thang Long”, vale a dire “Il drago che vola lassù”.

Nel corso del tempo, la città cambiò diversi nomi. Nel 1428, dopo il successo della liberazione del paese grazie all’esercito sotto la guida del Re Le Loi, Dong Kinh (o “Tonchino”) fu assunto come il nuovo nome del terreno. La città continuì il suo ruolo fino al 1802, quando il Re Gia Long si trasferì a Hue e dopo, nel 1902 ridivenne la capitale dapprima dell’allora Indocina francese. Dopo l’Unificazione dell’intero paese il 30 aprile del 1975, Hanoi è stata ufficialmente  scelta come la capitale di tutto il paese nell’anno successivo.

Inoltre, è chiamata affettuosamente con diversi nomi nella letteratura o dal popolo vietnamita come Trang An, Ha Thanh, Phung Thanh, ecc.

Dopo diversi anni bui bellici, caraterizzati da un esodo massiccio della popolazione e della grande fame, Hanoi ha iniziato a ripopolarsi, aprendosi dinamicamente al rilancio della crescita congiunturale, che consiste in innumerabili risultati notevoli, in particolare nel settore turistico. L’attuale città dispone di un’energia straordinaria che spinge lo sviluppo economico, politico e l’integrazione dell’intero paese. Così si costruisce la capitale armonizzando la modernità e l’antichità.

Hanoi allora – Photo Credit: Internet

Cose da fare ad Hanoi

Musei ad Hanoi

Museo di Etnologia di Vietnam

Il Vietnam è famoso per ben 54 etnie. Arrivando al Museo, i turisti possono esplorare la vita quotidiana e lo sviluppo di tutte le etnie del Vietnam attraverso i documenti, le mostre storiche, i modelli, ecc. che costruiscono un Vietnam minimizzato.

Museo di Etnologia di Vietnam – Photo Credit: Internet

Museo delle Belle Arti di Vietnam

L’Arte, l’Architettura, la Scultura, ecc. ce le ha tutte Il Museo delle Belle Arti di Vietnam. Agli amanti dell’arte non può mancare questo luogo interessante che li guida a scoprire tutte le epoche nello sviluppo dell’arte vietnamita con le opere di forte originalità e identità nazionale.

Museo delle Belle Arti di Vietnam – Photo Credit: Internet

Museo di Ho Chi Minh – Il Mausoleo di Ho Chi Minh – La Piazza di Ba Dinh

Il cosiddetto portatore di luce per il Vietnam, brillante leader del Paese a forma della lettera S, tutto su questo presidente più amato e rispettabile, dalla sua vita alla sua ideologia, ai patrimoni, al ruolo di leader, si conservano in ottima condizione presso il Museo di Ho Chi Minh, insieme al Mausoleo di Ho Chi Minh e alla Piazza di Ba Dinh, costruiscono un complesso di gran significato storico.

Museo di Ho Chi Minh – Photo Credit: Internet

Museo di Hanoi

Assieme al Muro mosaico ceramico, ristulta un’opera architettonica che celebra il 1000esimo anniversario di Thang Long – Hanoi. Ci si possono trovare più di 50 000 degli artefatti come documenti storici, mostre, ecc. dallo stabilimento del Paese ad oggi. Visitando Hanoi, non si può saltare questa “specialità”.

Museo di Hanoi – Photo  Credit: Internet

Museo della Storia Militare del Vietnam

Il Vietnam ed il suo popolo sono strettamente legati alla storia di difendere la patria con un coraggio straordinario. Venendo a Hanoi, i turisti hanno la possibilità di visitare il Museo della Storia Militare del Vietnam per capire profondamente la storia di un popolo che coltiva un amore eterno per la sua patria, uno spirito tradizionale di unità in diverse generazioni, che con l’intelligenza e la creatività ha affrontato le estreme difficoltà, i pericoli ed i nemici nel passto.

Museo della Storia Militare del Vietnam – Photo Credit: Internet

Le migliori paesaggi da vedere

Lago della Spada Restuita

Si trova nel centro della città. È conosciuto per le leggende nella storia di difendere la patria del Vietnam e anche per l’acqua che tiene il colore di giada tutte le stagioni. Da questo Lago, i turisti possono facilmente spostarsi per visitare gli altri monumenti.

Estate in Hanoi – Photo Credit: Internet

La Ragazza nell’Ao Dai al Lago della Spada Restuita – Photo Credit: Internet

Lago d’Ovest

Il cosiddetto specchio di Hanoi è molto più grande del Lago della Spada Restuita. Il Lago era una parte del Fiume Rosso. Comunque, è legato a tante leggende della città come: il luogo dove si svolse la battaglia famosissima di Hai Ba Trung (2 donne generali coraggiose – eroi del Vietnam che difesero il paese contro l’invasione dell’allora regno di Dong Han o l’attuale Cina), o il bufalo d’oro in cerca di sua mamma, il sol natal di Ba Huyen Thanh Quan – la poetessa celebrata del Vietnam della Storia moderna della letteratura vietnamita, ecc. Da tanto tempo, il Lago diventa l’ispirazione eterna per la musica, e la poesia del Vietnam. Con il Lago di Truc Bach, attribuisce una forte peculiarità alla bellezza paesaggistica dell’intera città.

Lago d’Ovest – Photo Credit: Internet

Villaggi di mestiere tradizionale – Mete da non perdere ad Hanoi

Villaggio Ceramico di Bat Trang (Gia Lam, Hanoi)

È a 14 chilometri dal centro della città, famoso per il mestiere tradizionale di ceramica da 500 anni. Si mostrano diversi tipi di ceramica come ciotole, vasi, quadri, collane, campanello di vento, statue, ecc. che possiamo ammirare e provare di fare questi prodotti da se stesso. 

I prodotti del Villaggio Ceramico di Bat Trang – Photo Credit: Internet

Artigianati locali – Photo Credit: Internet

Villaggio di Seta di Van Phuc

È a 14 chilometri dal centro della città 10 chilometri. Si tratta di un villaggio più conosciuto che produce le bellissime sete dell’intero paese ed esiste da migliaia di anni. Abbiamo l’occasione di scoprire il processo di produrre le sete e di visitare le pagoda ed i templi del villaggio in cui si adora il Santo Padrino del villaggio.

Villaggio di Seta di Van Phuc – Photo Credit: Internet

Villaggio di Non di Chuong

Si adagia accanto al Fiume di Đáy, ed è a 30 chilometri dal Centro della Capitale. Qui si produce numerosi tipi di cappelli a cono di paglia, un abbigliamento tradizionale e immancabile delle donne vietnamite. Prima, i prodotti di questo villaggio furono resi omaggio alle regine e principesse.

Artigianati locali – Photo Credit: Internet

Villaggio di Non di Chuong – Photo Credit: Internet

Villaggio di Marionette sull’acqua           

Esistendo da circa 300 anni, Il Villaggio di Dao Thuc è celebrato per l’arte tradizionale della danza di Marionette sull’acqua. Gli abitanti qui sono ben consapevoli della responsabilità di conservare il mestiere del villaggio come una fiertà e una bellezza culturale. I turisti arrivanti al villaggio possono scoprire il villaggio, il processo di produrre le marionette, ammirare lo spettacolo di Marionette sull’acqua e godere della musica tradizionale.

Uno spettacolo presso Villaggio di Marionette sull’acqua – Photo Credit: Internet       

Marionette sull’acqua – Photo Credit: Internet  

Villaggio degli strumenti musicali tradizionali di Dao Xa   

Il Vietnam è famoso anche per la musica tradizionale e il villaggio di Dao Xa è fiero di essere il prottettore per questa bellezza attraverso la produzione degli strumenti musicali tradizionali del Vietnam come dan bau, dan tam, dan tranh, dan nguyet, dan ty ba, ecc. È strano che nessuno ha addirittura una conoscenza di base sulla musica, tuttavia, hanno la capacità di produrre degli strumenti musicali con l’alta precisione ed lo straordinario suono. 

Un artigianato del Villaggio – Photo Credit: Internet

Villaggio di Ricamo di Quat Dong

Avendo alle spalle una tradizione di ricamo di circa 400 anni, gli abitanti di Quat Dong risultano delle persone che possiedono delle tecniche che arrivano al livello più professionale e raffinato. I visitatori possono scoprire le fasi di ricamare con la guida dei propri abitanti locali.

Villaggio di Ricamo di Quat Dong – Photo Credit

Top 6 luoghi più conosciuti da visitare a Hanoi

Vecchio Quartiere

Essendo comparato affettuosamente alla famosa Venezia dell’Occidente, Il Vecchio Quartiere comprende ben 36 vie diverse e originali che possono conservare lo spirito antico, non sbiadito ma abbellito dallo scorrere del tempo. Inoltre, siccome si trova nel cuore della capitale, è sempre così dinamico, energico, grazie a  numerose attività commerciali, culturali, addirittura quelle quotidiane dei cittadini. Per questo motivo, prima, i mercanti vennero qui per fare affari, e si unirono per difendersi dai ladri e aggressori. Passo per passo, costruirono i comuni, ed ogni via assunsero un nome che risulta quello di “Hang” – il prodotto tipico che gli abitanti vendono come: Via di Hang Duong (Via di Dolci), Via di Hang Bac (Via di Argento), Via di Thuoc Bac (Via di Erbologia classica cinese e vietnamita), ecc. visitando il Vecchio Quartiere, i turisti possono esplorare una cultura multicolore, in particolare, le belle arti tradizionali e le storie di un popolo tipico vietnamita.

Allora Vecchio Quartiere – Photo Credit: Internet

Attuale Vecchio Quartiere – Photo Credit: Internet

Mercato di Dong Xuan

Risultando uno dei maggiori mercati di Hanoi, il Mercato di Dong Xuan è quello più grande nella zona del Vecchio Quartiere che esiste da centinaia di anni, dal Feudo di Nguyen. Assieme ai vari tipi di mercato notturno, aiuta a sviluppare e diversificare le forme di commercio della capitale.

Mercato di Dong Xuan – Photo Credit: Internet

Pagoda ad un Pilastro Unico

È stato costruito nel 1049 sotto il regno di Ly. La pagoda rappresenta uno dei simboli del Hanoi. Accanto al significato religioso, è conosciuta grazie all’estetica eccezionale, l’architettura originale che rispecchiano il valore antico, la storia e lo spirito del popolo.

Pagoda ad un Pilastro Unico – Photo Credit: Internet

Tempio della Letteratura

Un complesso dell’architettura e della cultura impressionante ed una fiertà di Hanoi, il cosiddetto Tempio della Letteratura e Università Nazionale rappresenta un simbolo della conoscenza, della virtù, e attrverso l’adorazione, si dimostra il gran rispetto e apprezzamento verso le persone che significativamente hanno contribuito all’educazione del Paese come: Chu Van An, il Re Ly Thanh Tong, il Re Ly Nhan Tong, ecc.

Gli studenti nel Tempio della Letteratura – Photo Credit: Internet

Tempio della Letteratura  dall’alto – Photo Credit: Internet

Tempio di Ngoc Son – Ponte di The Huc – Torre di But

Si configura come un complesso architettonico simbolico di Hanoi che si trova su un isoletto chiamto “Ngoc”, cioè “Giada” che sta nel Lago della Spada Restuita. Seconda la leggenda, le ninfe vennero qui dal cielo per cantare e ballare. Dopo, è usato per costruire la Pagoda di Ngoc Son per adorare Budda, poi, si venera anche il generale Tran Hung Dao, il Dio Van Xuong. Quindi, è un luogo molto rappresentativo per la concezione di “Tam Giao Dong Nguyen” – vale a dire, 3 regioni (Confucianismo, Daoismo, Buddismo) derivanti da un’unica origine.

Il Tempio di Ngoc Son è stato costruito nel 1865, è il luogo dove si adora il Generale Tran Hung Dao, e Dio dello studio Van Xuong – molto celebrato nel Daoismo al Nord, ed al Sud si trova il Tempio Comune di Tran Ba (significa, il Tempio comune che può impedire l’ondata, quella della nuova cultura tossica). Inoltre, possiede un’architettura che armonizza 2 elementi “Cielo” e “Gente”, creando una bellezza multicolore e eterna.

Tempio di Ngoc Son – Photo Credit: Internet

Il Ponte di The Huc, significa il ponte dove coglie la luce del sole di prima mattina)  che guida alla porta del Tempio di Ngoc Son, chiamata Dac Nguyet Lau.

Ponte di The Huc – Photo Credit: Internet

Sull’allora Montagna di Doc Ton, accanto alla Petra per Inchiostro, si è costruito un torre di pietra, con un picco a forma di una penna di calligrafia, chiamato Il Torre di But, cioè Il Torre di Penna. Sul suo tronco, si sono scolpite 3 parole che significano “scrivere nel cielo azzuro”

Torre di But – Photo Credit: Internet

Cittadella di Thang Long

Rapprensenta un complesso d’architettura che va in pari passo con la capitale Thang Long – Ha Noi. Essendo costruita nei diversi periodi storici del Vietnam sotto numerosi di regni, si configura come la testimonianza più importante verso l’archeologia e la storia del Vietnam. Comprede diversi monumenti famosi come: Doan Mon, Dien Kinh Thien, Bac Mon, ecc.

Cittadella di Thang Long – Photo Credit: Internet

Cose da mangiare ad Hanoi

Pho

Descrizione: Zuppa di spaghetti di riso, generalmente servita con carne di manzo (pho bo) o di pollo (pho ga), comprende tanti ingredienti come: cipolla verde, coriandolo, spezie, ecc. Si possono aggiungere anche aceto o limetta, aglio, o salsa di peperoncino.

Indirizzo:

Pho di manzo Ly Quoc Su: 336B Via di Ba Trieu, Distretto di Hai Ba Trung

Pho di pollo a Quan Thanh: 42 Via di Quan Thanh, Distretto di Ba Dinh

Pho – Photo Credit: Internet

Bun Cha – Nem

Descrizione: vermicelli accompagnati agli involtini fritti (di maiale o di granchio) o polpa di maiale condita alla griglia, e salsa di pesce mescolata con aglio, aceto, zucchero e verdure come: coriandolo, papaia, ecc,

Indirizzo:

Bun cha di Hang Nga: Vicolo di Dong Xuan, Hang Chieu, Distretto di Hoan Kiem

Bun cha di Huong Lien: 24 Via di Le Van Huu, Distretto di Hai Ba Trung (Visitato dall’ex Presidente degli Stati Uniti B.Obama)

Nem – Photo Credit: Internet

Cha – Photo Credit: Internet

Bun Thang

Descrizione: Vermicelli in zuppa di pollo, frittata, con Cha Lua (una salsiccia tipica di maiale del Vietnam), cipolla verde, funghi, salsa di gamberetto, l’essenza di gigante bug acqua, ecc.

Indirizzo:

Bun thang della Signora Duc: 48 Via Cau Go, Distretto di Hoan Kiem/ 59 Via di Hang Luoc, Distretto di Hoan Kiem

Bun thang: 11 Via di Hang Hom, Distretto di Hoan Kiem

Bun Thang – Photo Credit: Internet

Com

Il riso glutinoso immaturo che è ancora verde, un desert stagionato del Vietnam, che è leggermente dolce, profumato.

Indirizzo:

Il Villaggio di Vong, Distretto di Cau Giay

Com verde – Photo Credit: Internet

Cha ca La Vong

Descrizione: Trito di pesce (tipo Hemibagrus) condita con la salsa di pesce e di gamberetto, riso fermento e pepe nero, cucinato alla griglia.

Indirizzo:

Ristorante di Cha ca di La Vong: 14 Via di Cha Ca, Distretto di Hoan Kiem.

Cha ca di Lao Ngu: 171 Via di Thai Ha, Distretto di Dong Da

Cha ca La Vong – Photo Credit: Internet

Banh cuon Thanh Tri

Descrizione: Costituito da un foglio ampio, estremamente sottile e delicata di vapore fermentato pastella di riso che avvolge gli ingredienti come: carne di maiale macinata condita, mescolato con tritato legno orecchio fungo. Banh Cuon di Thanh Tri è famoso per il profumo estratto dall’essenza di un gigante insetto d’acqua (Lethocerus indicus). Si mangia il Banh Cuon con le erbe fresche, nonché la salsa di pesce che è mischiata con l’aceto, lo zucchero, aglio, pepe nero e cipolla secca, tante volte con Cha Lua (una salsiccia tipica di maiale del Vietnam)

Indirizzo:

Banh cuon della Signora Hoanh: 66 Via di To Hien Thanh, Distretto di Hai Ba Trung

Banh cuon Thanh Tri – Photo Credit: Internet

O mai Hang Duong (Via di Hang Duong del Vecchio Quartiere)

Descrizione: I dolci tipici vietnamiti, che sono fatti dalle frutte del Vietnam, molto delicate. Queste ultime sono pulite e seccate poi condite in zucchero, sale, o peperocini, ecc. Ci sono centinaia di tipi di O mai che fanno piacere sia i turisti stranieri sia gli abitanti vietnamiti. Una specialità da non perdere che i turisti li scelgono sempre come i regali per la famiglia e gli amici.

Indirizzo:

O mai di Tien Thinh: 21 Via di Hang Duong

O mai di Gia Loi: 16 Via di Hang Duong

O mai di Hong Lam: 11 Via di Hang Duong

O mai Hang Duong – Photo Credit: Internet

Ecco è la gita nei dintorni di Hanoi!

Sign up for the Amotravel Newsletter...
Copyright 2017 Amotravel. All rights reserved.
Inline
Inline