Amo Travel precedentemente noto come Amo Vietnam

Ninh Binh – Tam Coc – Bich Dong

Panorama generale

Superficie: 48,36 chilometri quadrati
Popolazione: 110.541 (2009)

La Città di Ninh Binh si trova a 93 chilometri al Sud da Hanoi, condivide la confine con varie città chiavi del Paese. Si configura come un Vietnam “minimizzato” dato che si convergono i fattori simbolici del Paese come una lunga storia o una varietà paesaggistica. Innanzitutto, fu la capitale del Vietnam nel X secolo, strettamente legata alle 3 dinastie Dinh, Le, Ly del Vietnam. Dunque, Ninh Binh diventa la testimonianza più animata della storia vietnamita, specialmetne durante il feudalesimo. In particolare, visto che si situa su un terreno strategico per politica, militarità del regno, attraversò diverse battaglie, eventi significativi del Paese come la Riunificazione del Regno, la guerra contro l’invasione del Song (Cina) e Champa.  Ninh Binh è composta da vari terrini: montagne (May Bac – Nuvola d’Argento, risulta la cima più alta) e colline, pianura e valle, grotte (è nominato come un Halong terrestre), mare e isole, paludi e laghi, grazie a ciò, si apporta una bellezza panoramica multiforme e multicolorata. Ninh Binh possiede inoltre il verde immenso che vive nei 4 grandi boschi tra cui l parco nazionale di Cuc Phuong, la Riserva Naturale di Van Long. Il paesaggio della città è favorita anche da una costa di 18 chilometri che ogni anno, viene estesa alluvionalmente di circa 100 metri. Il mare e l’area litorale di Ninh Binh sono riconosciuti come la Riserva della biosfera dall’UNESCO. Attualmente, l’ex capitale del Vietnam conserva ancora circa 1500 vestigi tra cui 2 vestigi nazionali che fanno parte del leone: l’insieme dei vestigi dell’antica capitale di Hoa Lu, Trang An –Tam Coc – Bich Dong (Trang An è riconosciuto come il Patrimonio Mondiale). Rappresentando anche un’area archeologica, Ninh Binh è un tesoro di valore inestimabile per lo studio della storia e il turismo culturale del Vietnam. Il paesaggio di Ninh Binh è diventato lo studio cinematografico per diversi film dell’Hollywood come The Quiet American (2002), Pan (2015), Kong: Skull Island (2017), ecc. dimostrando un’ enorme attrazione verso gli amici internazionali. 

Ninh Binh si presenta con una gastronomia variegata e originale: Gamberetti piccoli fermentati, carne di capra poco cotta, Liquore di Nho Quan, ecc. con le mani degli abitanti, i cibi ora riflettono un angolo dell’anima del loro terreno.

Non è un caso che i re del Vietnam scelsero la città per costruire la capitale del paese. Infatti, Ninh Binh è la patria di numerose persone famose e importanti del Vietnam. Il terreno dà luce ad un popolo laborioso, talentoso e umile, con cui si fanno innamorare i viaggiatori appena giunti a Ninh Binh.

Ninh Binh dall’alto – Photo Credit: Internet

 

Cose da fare a Ninh Binh

Top luoghi più gettonati a Ninh Binh

Tràng An

Trang An rappresenta la meta turistica più gettonata di Ninh Binh, appartiene a l’insieme panoramico di Trang An che conta una superficie di 2168 ettari, e si situa a Sud a 90 chilometri da Hanoi, e 7 chilometri dal centro di Ninh Binh. Grazie ad un panorama nutarale selvatico e magnifico, i valori geomorfologici, geologici e estetici, Trang An è stato riconosciuto come il Patrimonio naturale e culturale mondiale dall’UNESCO. Il paesaggio è costruito dal fiume scorre attraverso le montagne di calcare, creando numerose grotte naturali misteriosi e magnifici come Hang Sang (Grotta Chiara ), Dong Toi (Grotta Oscura), Hang Nau Ruou (Grotta della Produzione di Liquore), ecc. Inoltre, Trang An possiede tanti oggetti storici della dinastia di Dinh, Le, Ly che risultano di valore simbolico della storia, arte, architettura, religione, ecc. che sono ancora in ottime condizioni e conservati presso i monumenti locali. Visitando Trang An, i turisti hanno la possibilità di andare in barca lungo il fiume con l’acqua trasparente di colore del cielo, ammirare le montagne maestose, godere di un’atmosfera romantica e poetica. Trang An, dunque, rappresenta una destinazione adeguata a diversi tipi di turismo come l’ecoturismo, il turismo religioso, oppure quello storico e culturale.

Trang An dall’alto – Photo Credit: Internet

Grotta a Trang An – Photo Credit: Internet

 

  • Tempio di Trinh

Il Tempio di Trinh si presenta come un’opera architettonica piuttosto simbolica per l’adozione della geomanzia in Vietnam, costruendo il lato posteriore della casa appoggiato alla montagna, il lato anteriore di fronte di un fiume. Il Tempio già esiste da migliaia di anni ed fu fondato su una base a forma di “丁” – “Dinh” in vietnamita, presso cui si adorano i 4 più alti funzionari della corte di Dinh, queste persone frenando la rivolta dei 12 Su Quan e riunificando il paese, aiutarono il Re a fondare il Dai Co Viet dal primo giorno e gli altri 2 grandi generali. 

Tempio di Trinh – Photo Credit: Internet

 

  • Tempio di Tran

È stato costruito durante la dinastia di Dinh con il nome “Noi Lam” – “Dentro del Bosco”, rappresentando uno dei “Hoa Lu Tu Tran” – cioè 4 templi principali in cui si adorano i 4 Dei di protezione di Hoa Lu – il tempio serve all’adorazione del Generale Quy Minh (e sua moglie) chi aiutò il Re di Hung a difendere il regno. Fino al XIII secolo, il Re di Tran Thai Tong cambiò il nome a “Tempio di Tran”. È famoso per la miracolosità. Ci si va per pregare per la fortune e tranquillità. 

Tempio di Tran – Photo Credit: Internet

 

  • Tempio di Khong

È stato costruito vicino alla grotta di Khong, a forma di “丁” – “Dinh”, per venerare il Generale di Protezione del Sud del Regno “Hoa Lu” e gli altri 7 mandarini che suicidarono per la lealtà verso il Re che avvolsero e seppellirono il Re Dinh Tien Hoang da qualche posto nel bosco. Per questo motivo, il tempio assume il nome “Khong” – per indicare il mistero sul luogo dove si trova il Re. 

Tempio di Khong – Photo Credit: Internet

  • Grotta di Khong

È distesa su una superficie di 70 metri. Si tratta di un arsenale dove si produsero e nascosero le arme dell’esercito del Vietnam durante le guerre contro l’invasione dei colonialisti francesi e degli imperialisti statunitensi.

 

  • Grotta Oscura e Grotta Chiara

La Grotta Oscura si estende su una lunghezza di 320 metri. Siccome il sentiero nella grotta è così tortuosa, la luce non può entrare, per cui si chiama la Grotta Oscura. Tale grotta possiede un mistero naturale che attira i viaggiatori dappertutto in cerca di un’avventura in mezza alla natura immensa.  

Non è così splendente come se stia direttamente sotto la luce del sole, però la Grotta Chiara brilla per la sua propria luce degli stalattati. L’altezza del tetto può raggiungere 12 metri. La grotta si sdraia su una lunghezza di 112 chilometri e una larghezza di 12 metri.

L’Elemento umano risulta sempre il fattore decisivo che apporta ai paesaggi un significato, un sentimento, una vivacità. Dunque, ogni luogo prende il nome che dimostra la riflessione, i desideri, gli affetti dell’uomo. Dalla Grotta Oscura alla Grotta Chiara, si esprime la speranza della gente verso un futuro più brillante, un arcobaleno dopo la pioggia. 

Hang Toi (Grotta Oscura) – Photo Credit: Internet

Hang Sang (Grotta Chiara) – Photo Credit: Internet

 

  • Grotta di Nau Ruou

La Grotta di Nau Ruou conta una lunghezza di 250 metri. Secondo la leggenda, nella grotta, c’è un afflusso di acque sotterranee che è usato dagli antenati nella produzione del liquore tradizionale per regalare al Re. Infatti, si notano i vasi di liquore antici nella grotta, perciò si chiama la Grotta di Nau Ruou (Nau Ruou, in vietnamita significa produrre i liquori).   

Grotta di Nau Ruou – Photo Credit: Internet

 

  • Grotta di Dia Linh

Con 300 metri di profondità, la Grotta di Dia Linh possiede un grande sistema degli stalattiti a forme più originali. Si tratta di una grotta nuovamente scoperta quindi la sua bellezza è ancora selvatica, pura, quasi intatta. Ogni stalattite si veste dell luce del diamante. Tutto insieme genera una bellezza misteriosa come il suo proprio appellativo “Dia Linh” – Il terreno sacro e misterioso. 

Grotta di Dia Linh – Photo Credit: Internet

 

Tam Coc – Bich Dong

Tam Coc – Bich Dong rappresenta un insieme di paesaggio e vestigio impareggiabile del Ninh Binh, estendendosi sui 350,3 ettari di superficie ed è affettuosamente chiamato “La Baia di Halong terrestre” oppure “Nam Thien De Nhi Dong” – “La seconda grotta più bella del Vietnam”.

Tam Coc in vietnamita significa “3 grotte”: Grotta di Ca, Grotta di Hai e Grotta di Ba. Tutte queste 3 grotte sono state formate dal Fiume di Ngo Dong che scorre attraverso la montagna. Per visitare Tam Coc, si deve andare in barca lung al poetico fiume di Ngo Dong. Vi offre Madre Natura di Ninh Binh un panorama armonizzato dall’acqua e dalla pietra, dalla catena infinita di montagne dove possiamo finalmente godere di un ambiente fresco, puro e silenzioso. La meta è molto ideale per l’ecoturismo ed i viaggi avventurosi, inoltre è un tesoro per chi ama i viaggi fotografici specializzati dall’AmoTravel durante il periodo di maggio e giugno quando ci sono ancora i colori dei campi di riso nella mieitura.

Tam Coc Bich Dong – Photo Credit: Internet

 

I luoghi da non perdere presso Tam Coc – Bich Dong, oltre a Tam Coc, abbiamo anche

 

Grotta di Xuyen Thuy

Xuyen Thuy – Photo Credit: Internet

 

Hanh Cung Vu Lam – Tempio di Thai Vi

Hanh Cung Vu Lam – Photo Credit: Internet

 

Grotta di Thien Huong

Entrata della grotta di Thien Huong – Photo Credit: Internet

 

 

Grotta di Tien

Dentro la Grotta di Tien– Photo Credit: Internet

 

Pagoda di Bich Dong

Ingresso alla Pagoda – Photo Credit: Internet

Pagoda di Bich Dong – Photo Credit: Internet

 

Parco Nazionale di Cuc Phuong

Si trova ad 120 chilometri al Sud da Hanoi, nel profondo della catena montuosa di Tam Diep. Con la superficie di foresta primaria di circa 22000 ettari, Il Parco Nazionale di Cuc Phuong rappresenta la prima foresta nazionale del Vietnam, essendo stabilito il 7 luglio 1962. La foresta risulta tropicale quindi possiede un verde in tutto l’anno. Ci possiamo trovare una diversità nell’ecosistema con 2234 specie botaniche ed oltre a 2600 specie animali. Situandosi sul terreno carsico, Cuc Phuong dispone di numerose grotte magnifiche come Grotta di Son Cung, Grotta di Pho Ma Giang, ecc. tra cui alcune conservano ancora i vestigi dell’uomo primitivo del 7500 – 12000 anni come Grotta di Dang, Grotta di Con Moong. Arrivando a Cuc Phuong, si ha possibilità di scoprire la vita quotidiana, lavorativa, le feste e tradizioni dell’etnia minore di Muong.

Cuc Phuong – Photo Credit: Internet

 

Riserva Naturale di Van Long

Van Long si presenta come la riserva naturale nella zona paludosa più grande della Pianura del Nord Vietnam con una superficie di circa 3000 ettari. Si situa al Nord-orientale di Gia Vien, Ninh Binh. È migliore andare in una barca per poi attraversare sotto le grotte fresche e poter ammirare l’ecosistema così diversificata qui. Van Long dispone di 457 specie botaniche superiori e 39 specie animali. Durante la visita autentica a Van Long, si possono incontrare anche i paesaggi famosi come Montagne di Nghien, Montagna di Hom Sach, Montagna di Da Ban, Montagna di Meo Cao ecc. ogni montagna maestuosa è accompagnata da una leggenda misteriosa, insieme alle 32 grotte meravigliose come Grotta di Ca, Grotta di Bong, Grotta di Rua, ecc. Grazie a tutto questo, Van Long diventa la destinazione ambita per gli ecoturisti dappertutto.

Van Long – Photo Credit: Internet

 

Parco degli Uccelli de Thung Nham

Parco degli Uccelli si configura come una delle mete più preferite di Ninh Binh caratterizzato dai diversi elementi per costruire un viaggio multicolorato adatto a tutti, sia in cerca dei viaggi paesaggistici, addirittura quelli culturali e religiosi. Oltre a godere l’aria fresca e il bel panorama, i turisti hanno l’occasione di venire a conoscenza su circa 40 specie di uccelli, pari a 50 000 indiviuali di uccelli.

Thung Nham – Photo Credit: Internet

 

Grotta della Danza – Hang Mua

Rappresentado una tra le destinazioni immancabili dei turisti quando si arriva a Ninh Binh, la Grotta della Danza è un vestigio della dinastia di Tran. Si racconta che i Re Tran e le sue belle donne ci andarono per ballare e cantare visti la natura poetica e un paesaggio magnifico. Per questo motivo, la grotta assume il nome la Grotta della Danza. Si situa solo a 3 chilometri da Ninh Binh e 2 chilometri da Tam Coc –Bich Dong, è molto conveniente da visitare.

La parte esterna della Grotta della Danza – Photo Credit: Internet

 

Top 3 destinazioni culturali e storiche da non perdere a Ninh Binh

Antica Capitale di Hoa Lu

Hoa Lu fu scelta per fondare la prima capitale dello Stato Feudale quando Dinh Bo Linh salì all corona nel 968. Il vestigio dell’Antica Capitale si può trovare attualmente a 100 chilometri da Hanoi al Sud. Nonostante sia la capitale del Vietnam solo in un breve periodo (42 anni), Hoa Lu rappresenta uno dei testimoni più grandi degli eventi importanti del Paese: Accompagnò 3 dinastie del Vietnam nel passato Dinh – Tien Le – Ly o è il luogo dove si svolsero la Riunificazione del Regno, la guerra contro l’invasione del Song (Cina) e Champa. Allora, Hoa Lu era non solo un palazzo maestoso e stupendo abbellito anche dalla natura ineguagliabile ma anche possiedeva un terreno difficile che poteva proteggere il palazzo ostacolando gli attacchi degli invasori. Si sdraia su una superficie di circa 300 ettari con diverse cittadelle. Gli abitanti nonostante un’alta consapevolezza di conservazione, non possono tutelare Hoa Lu dal tocco del tempo. Comunque, si possono visitare vari monumenti significativi come Il Tempio del Re Dinh e quello del Re Le, la pagoda di Ngan Xuyen, di Nhat Tru, ecc. Arrivando all’Antica Capitale di Hoa Lu, possiamo ascoltare la storia sui regni e re, le leggende eccitanti, godere di un panorama mozzafiato e  scoprire gli oggetti antici che si stanno conservando in ottime condizioni.

Antica Capitale di Hoa Lu – Photo Credit: Internet

 

Chiesa di Phat Diem

L’Insieme della Chiesa di Phat Diem si configura come un’opera architettonica originale in pietra, ammonizzata dall’architettura orientale (Tempio, Pagoda) ed occidentale (Gotico). Si trova a 28  chilometri da Ninh Binh al Sud. È stato costruito dal Prete Pietro Tran Luc dal 1875 al 1899. Si estende su 22 ettari di superficie, su una forma della lettera “王”- Re. Ci sono anche 5 chiese piccole intorno alla Basilicata che hanno diversi stili tra cui la Chiesa dei Pietra (Chiesa del Cuore Immacolato della Vergine Maria) costruita completamente con le pietre e 3 presepi costruiti dalle pietre al Nord orientale tra i quali la grotta di Lo Duc è più splendente. Nel giro dei 100 anni, La Chiesa di Phat Diem con una conservazione consapevole, è pronto per accogliere i credenti cristiani dappertutto.

Chiesa di Phat Diem – Photo Credit: Internet

 

Montagna di Bai Dinh

Raggiungendo un’altitudine di 200 metri, maestosamente si estende su quasi 150000 metri quadrati, composto dai 2 archi montuosi come 2 braccioli del trono aperto ad una valle di 3 ettari che si chiama Thung Chua. Nel giro dei 300 passi sulle scale con un pendio dolce, l’aria diventa più fresca e pura. Inoltre, la montagna è un orto delle erbe medicinali rare e preziose.

Bai Dinh è un insieme dei vestigi e monumenti sacri e religiosi. Comprede diverse pagode, e grotte di adorazione. Il sentiero guidato alla cima percorre divserse grotte: ci sono la grotta di Voi Phuc alla destra, la grotta in cui si venera Signor Faccia Rossa – chi protegge la pagoda di Bai Dinh, al bivio, alla destra si trova la grotta per l’adorazione del Budda, alla sinistra quella per Immortali. Secondo la leggenda, quando Nguyen Minh Khong, un abitante della zona andava a cogliere le medicine, ha scoperto questa grotta e costruire la Grotta di Budda (Grotta Chiara), alla fine della grotta c’è un piccolo sentiero che conduce alla Grotta di Venerazione del Santo Cao Son – un generale molto bravo sotto il ragno del re Hung. Continua così si può incontrare la valle verde nascosta dietro la porta della grotta. Nel cuore della Grotta di Immortali (Grotta Oscura), si adora Madre della Foresta in mezzo agli stalattiti e stalagmiti splendenti e stupendi costruiti da migliaia di anni. Alla cima della montagna si trova le pagode di Bai Dinh, quella nuova costruita nel 2003 e quella antica che esiste da centinaia di anni. La pagoda nuova ha ottenuto diversi record come La Statua di Budda di bronzo dorato d’oro più grande nel mondo, il corridoio di arhat più lungo, ecc. Tutto dimostra la grande dimensione ed influenza del Buddismo in Vietnam.

Bai Dinh dall’alto – Photo Credit: Internet

Le 3 statue di Budda più grandi nel mondo – Photo Credit: Internet

 

Cosa da mangiare a Ninh Binh

Com chay ruoc – Il riso croccante al rousong

Si tratta della specialità gastronomica più famosa, e sempre accennata per primo quando si parla della cucina di Ninh Binh. Il riso croccante è rimasto nel fondo della pentola alla fine, dopo essere seccato alla luce del sole, viene fritto in padella. Quando mangi, troverai la croccantezza e l’aroma del riso, il sapore salato del rousong.

Com chay – Photo Credit: Internet

 

Xoi Trung Kien – Il Riso appiccicoso alle uove di formiche

Le uove di formiche non solo vengono mangiate in Vietnam, ma anche nei vari paesi nel mondo come in Messico, in Tailandia, ecc. dato che hanno il gusto incredibile. Dopo essere raccolte, le uove sono pulite e condite poi fatte saltare in pandella per aggiungere nel riso appiccicoso.

Xoi trung kien -– Photo Credit: Internet

 

Tai de – Carne di capra poco cotta

La Carne di capra viene selezionata, e cotta essendo immerso nell’acqua bollita molto veloce. La carne è tagliata sottilmente, mescolata con le foglie di limetta, erbe profumate, citronelle, sesame, sugo di limetta, ecc. va mangiata con varie tipe di verdure e erbe con un po’ di liquore tradizionale creando un gusto irresistibile.

Tai de – Photo Credit: Internet

 

Ruou can Nho Quan – Il Liquore di Can

Ruou can Nho Quan è  la specialità più originale e notevole della gastronomia di Ninh Binh. Ha l’origine dall’etnia minore di Muong. Il liquore è prodotto dai cereali come riso glutinoso, riso, mais, lacrime di Giobbe, ecc. fermentati dalle foglie nel bosco, medicine cinesi tradizionali, ecc. dopo 3 mesi, si può bere il liquore che allora possiede un gusto dolce e astringente con un’aroma originale del bosco.

Ruou Nho Quan – Photo Credit: Internet

 

Ca kho gao – Pesce stufato

Gao è una frutta tipica di Ninh Binh, che crescono tantissimo ai piedi delle montagne, ha un gusto agro, leggermente dolce, è usata molto per cuocere la zuppa agra o per fare lo stufato di pesce o carne. Il Pesce viene cotto a fuoco lento, caramellizzato insieme alla frutta di Gao. Si può aggustare il cibo da solo o mangiare con il riso come i vietnamiti.

Ca kho gao – Photo Credit: Internet

 

Goi ca nhech Kim Son

Proviene da Kim Son, quindi nonostante si tratti di un cibo diffuso, è più delizioso il Goi ca nhech di Kim Son. È fatto a base di un pesce tipico di Ninh Binh “ca nhech” – un tipo di anguilla che si avvolge il Goi ca nhech con alcune verdure come Rau mui, Dinh lang, Diep ca, Sung, ecc sono le erbe aromatiche tipiche della cucina vietnamita, comunque il cibo mai avvoltino dal sfoglio di riso come gli altri tipi di Goi. Va mangiato con la salsa di pesce mescolata dai peperocini, citronella, e pepe.

Goi ca nhech – Photo Credit: Internet

 

Nem di Yen Mac – Carne di maiale fermentata

La carne di maiale viene tagliata a listarelle e condita, poi mescolata con il fine polvere di riso tostato, il sale per farla fermentare e le foglie di guava per il suo profumo. Nem dopo 1- 4 giorni diventa un po’ agro con l’aroma speciale, va mangiato con le foglie di guava. Quando si mangia, fa piacere avvolgere il Nem nelle erbe aromatiche ed aggiungere un po’ della salsa di pesce.

Nem Yen Mac – Photo Credit: Internet

Sign up for the Amotravel Newsletter...
Copyright 2017 Amotravel. All rights reserved.
Inline
Inline