Amo Travel precedentemente noto come Amo Vietnam

Saigon – Città di Ho Chi Minh

Panorama generale di Saigon, Vietnam

Superficie: 2.096 chilometri quadrati
Popolazione: 8,426 milioni (2016)

Se ad Hanoi, si armonizzano l’antichità di una città di cultura millennaria e la modernità della capitale socio-economico, la Città di Ho Chi Minh, o ancora famosa con il nome Saigon, si presenta sempre con il ritmo rapido di sviluppo, l’energia interna eccezionale e la gioventù eterna. A prescindere da Hanoi, Ho Chi Minh City si configura il centro socio-economici più grande del Vietnam. 

Dal 1976, l’allora Saigon assume il nome del Presidente Ho Chi Minh – il leader dell’ideologia, della resistenza di liberare la patria, l’amato padre che mettò gli interessi del paese davanti a quelli di se stesso – affinché il Presidente possa vivere per sempre nel cuore del popolo vietnamita attraverso l’energia immensa della Perla dell’Oriente e creare una speranza, un punto di appoggio per i figli che stanno lontano dalla Patria.

Si tratta di un terreno più temperato nell’intero paese con pochissimi catastrofi. Essendo fondato sulla base della pianura alluvionale sviluppata dal Fiume di Cuu Long (il Fiume dei Nove Draghi), offre i terreni agricoli molto fertili grazie a cui l’agricoltura si sviluppa splendidamente e si piazza al primo posto nella produzione agricola. 

L’allora Saigon era il maggior centro politico e economico  dello Stato fantoccio statunitense così rappresenta un testimone delperiodo cuminante della guerra di protezione nazionale del Vietnam.

Attualmente, sotto l’influenza positiva dell’integrazione internazionale, Saigon apre le sue porte al mondo per abbracciare le quintessenza culturale in ogni parte, specialmente quella culinaria. Adesso, è riconosciuta come il paradiso della gastronomia dove convergono i più famosi cibi del mondo, del paese che insieme alla cucina locale, creano un grandissimo tesoro per gli amanti del cibo dappertutto.

Inoltre, parlando della Città di Ho Chi Minh, non si possono mancare gli abitanti qui con una caratteristica generosa e ospitale, una mente aperta e libera che rendono famosissima la città. Come il profumo di una tazza di caffè di fresca mattina, sono così vicini, calorosi ed indimenticabili gli abitanti di Saigon.

Notte a Saigon – Photo Credit: Internet

Storia

Fino al 16esimo secolo con l’arrivo del popolo Viet, Saigon – Gia Dinh era ancora un terreno derelitto. Grazie al matrinomio tra la principessa Ngoc Van ed il Re Chey Chetta II, dal 1620, il rapporto tra i 2 paesi diventò più stretto, i 2 popoli potettero spostarsi e vivere presso entrambi territori. Nel 1820, dopo la vittoria dell’esercito di Tay Son, il Re Nguyen Anh accedette al trono e spinse l’esplorazione verso il Sud. Nel corso di 300 anni, si configurò un popolo con un’economia forte. Nel 1835, il Re Minh Mang fece costruire la cittadella di Phung Thanh.

Nel 1859, con la dominazione dei colonialisti francesi, si è affrettato ad attuare la pianificazione territoriale per servire allo sfruttamento della colonia.

Il 15 marzo 1874, il Presidente francese firmò il decreto di stabilire la città di Saigon. Dal 1959, con la nascita della Repubblica del Vietnam (Vietnam del Sud), Saigon diventò ufficialmente la capitale del Paese con il nome “Do thanh Sai Gon”.

il 2 luglio 1976, con lo stabilimento dell’Assembla del Vietnam unificato, si cambiò il nome della città dal Saigon-Giadinh al Ho Chi Minh City.

Dopo 20 anni di guerra, Saigon doveva subire varie ferite. A quanto emerso dai rapporti, nel 1975, si constatava di una popolazione di 4 milioni a Saigon, tra cui circa 800.000 bambini orfani, abbandonati e la onnipresenza di varie piaghe sociali.

Vecchia Saigon – Photo Credit: Internet

Cose da fare a Saigon

Top 5 monumenti storici/sacri da visitare

Tunnel di Cu Chi

I Tunnel di Cu Chi si presentano come un sistema di difesa con la vasta rete sotterranea di gallerie, a 70 chilometri da Saigon, costruiti dai guerriglieri Viet Minh, durante la lotta contro i colonialisti francesi ed ancora usati negli anni sessanta e settanta dai Viet Cong che combattevano contro gli attachi dello Stato fantoccio statunitense – allora, la Repubblica del Vietnam e degli statunitensi nel contesto della guerra di difendere la Patria del Vietnam. Con una lunghezza di 250 chilometri, comprendono le camere da letto, la cucina, il magazzino, lo studio, ospedale, ecc. che servono alle battaglie, speciamente un sistema di ventilazione nascosto tra i sottoboschi di alberi.

Attraversando diverse battaglie nella storia, i Tunnel di Cu Chi diventa un museo vivace che ancora conserva degli oggetti usati durante le guerre, e testimonia per un periodo drastico del popolo coraggioso vietnamita. Durante 20 anni di servizio, ha accolto più di 20 milioni di arrivi turistici. Arrivando ai Tunnel di Cu Chi, si può esperimentare l’intera guerra del Vietnam da punto di vista sotterraneo.

Il 12 febbraio 2016, Cu Chi è considerato come il Vestigio storico nazionale per il valore eccezionale.

Dentro i tunnel di Cu Chi – Photo Credit: Internet

Luce nei tunnel – Photo Credit: Internet

 

Palazzo di Riunificazione a Saigon

Il Palazzo di Riunificazione a Saigon rappresenta un’opera architettonica enorma della storia vietnamita. C’è una volta che era la sede della Repubblica del Vietnam durante la difesa contro le forze combattenti statunitensi.

Dopo la liberazione del Vietnam, è classificato come il Vestigio nazionale con il valore eccezionale. Oggi, si attrae una marea di persone in ogni festa nazionale speciale del Paese per visitare, ascoltare le storie storiche e commemorare il sacrificio degli eroi per proteggere il popolo e la libertà della Patria.

Palazzo di Riunificazione a Saigon – Photo Credit: Internet

 

Basilica-Cattedrale di Nostra Signora dell’Immacolata Concezione

La Basilica si configura come un simbolo della Città di Ho Chi Minh. Diventa famosa per l’importanza religiosa ed i valori architettonici. Fu fatta costruire dal Prete Lefebvre come una piccola chiesa allo scopo di organizzare le messe per i francesi cattolici.  Nel 1876, il Governatore del Sud Vietnam Duperré fece la ricostruzione e l’ampliamento durante 3 anni della chiesa con il design dell’architetto J.Bourard che armonizzava lo stile gotico con quello romano. Nel 1895, si costruirono i 2 campanili sulla cima dei quali ci sono i 2 crocifissi, con un peso di 600 chilogrammi per ognuno. Tutti i materiali che servono alla costruzione furono portati direttamente dalla Francia.

Attualmente, la Basilica rappresenta una delle opere eccezionali della Città per l’alta estetica, la meticolosità, la precisione consistenti in ogni dettaglio della Basilica.

Intera Cattedrale dall’alto – Photo Credit: Internet

 

Pontile di Nha Rong

Parlando di un viaggio a Saigon, non si può perdere la destinazione simbolica – Il Pontile di Nha Rong che si tratta di un tiponimo attraente da non perdere presentandosi sempre con un enorme valore storico per tutto il Vietnam. Fu costruito nel 1863 e ben conosciuto grazie alla bellezza di architettura antica francese. Comunque, adesso, la panorama si veste anche di un senso più nobile: da qui, nel 1911, il ragazzo di nome Nguyen Tat Thanh è partito, cominciando il lavoro come un assistente di cucina sulla nave di Amiral Latouche Tréville per il percorso di ricerca della libertà per il suo popolo, portando con sé una gran speranza nel cuore – Era il Presidente Ho Chi Minh. Nel 1975, il Pontile di Nha Rong immerse di nuovo nella gioia testimoniando il riunire le vie marittime tra il Nord ed il Sud del Vietnam.

Attualmente, il Pontile di Nha Rong si occupa di un incarico onorifico, è quello di conservare e mostrare gli oggetti e documenti ad alto valore storico, relativi all’amato padre dei vietnamiti – il Presidente Ho Chi Minh. Ogni oggetto rappresenta una sua impronta sul percorso di liberare la Patria.  

Pontile di Nha Rong – Photo Credit: Internet

 

Migliori paessaggi a Saigon 

Ponte di Luce della Stella

La meta ideale per gli amanti della luminosità e dell’atmosfera romantica. Il Ponte collega i 2 argini del lago di Ban Nguyet (Lago di Mezzaluna). Sul ponte, si fornisce un sistema di illuminazione imitando il cielo di notte pieno delle stelle.

Ponte di Luce della Stella di notte – Photo Credit: Internet

 

Fiume di Saigon

Il Fiume di Saigon è un braccio del Fiume di Dong Nai che sorge da una bassa collina con un’altezza media di circa 150 metri.

I viaggiatori possono spostarsi in navebus per scoprire la mangrovia, visitare i campi lungo la pianura e le case tipiche sull’acqua. Hanno anche la possibilità di esplorare il terreno, dal mestiere tradizionale del pescatore con varie barche colorate alla vita quotidiana degli abitanti con i bambini che giocano sull’acqua davanti alla casa.

Notte sul Fiume di Saigon – Photo Credit: Internet

 

Area di conservazione di Can Gio

Si tratta di una destinazione immancabile per gli ecoturisti durante il suo viaggio. Si arriva a Can Gio per godere di un’aria fresca e pura dalla Fegato della Città ed allontanarsi dal ritmo frenetico ed il frastuono della società moderna.

Can Gio rappresenta la prima area di conservazione in Vietnam, a solo 50 chilometri dalla Città di Ho Chi Minh. Impressa i viaggiatori con un ecosistema di circa 220 specie botaniche e 700 specie animali.

Si ha anche l’occasione di visitare il Mare del 30 Aprile e l’Isola delle Scimmie.

Can Gio dall’alto – Photo Credit: Internet

Mare di Can Gio – Photo Credit: Internet

 

Luoghi più preferiti dai turisti

Museo dei resti della guerra

Il 4 settembre 1975, Il museo è stato stabilito, dopo varie volte di cambiare il nome al fine di adeguare al motivo dell’operazione, il 4 luglio 1995, ha assunto il nome di Museo dei resti della guerra. Adesso, si possono conservare ancora oltre di 20.000 documenti, oggetti, foto e video. Durante 35 anni di servizio, il museo ha accolto più di 15 milioni di arrivi turistici, rappresentando unindirizzo culturale ideale e prestigioso per chi preferisce la storia.

Museo dei resti della Guerra – Photo Credit: Internet

 

Mercato di Ben Thanh

Visitando la Città di Ho Chi Minh, si deve davvero andare al Mercato di Ben Thanh, dove ci sono oltre di 3000 stand che vendono diversi prodotti tipici di Saigon. Il mercato già esiste prima dell’invasione dei colonialisti francesi.  Dunque, è considerato come un testimone storico più vivace nel cuore della Guera di difendere la Patria e come un simbolo del terreno. Attualmente, rappresenta ancora il mercato più dinamico della Città, nonché dell’intero Sud.

Mercato di Ben Thanh – Photo Credit: Internet

 

Ufficio postale centrale di Saigon

 L’Ufficio postale centrale di Saigon risulta come una delle opere d’architettura più rappresentativa della Città di Ho Chi Minh. Si situa al numero 2, Comune del Cantiere di Parigi, Distretto 1. Fu fondato tra il 1886 ed il 1891 sotto la guida dell’architetto Villedieu, basando sul design del famosissimo architetto Gustave Eiffel. Si tratta di un’opera architettonica in cui convergono lo stile orientale e quello occidentale attraverso l’armonizzazione tra l’architettura gotica, rinascimentale e francese.

Ufficio postale centrale a Saigon – Photo Credit: Internet

Dentro l’Ufficio postale centrale – Photo Credit: Internet

 

Museo della Storia Vietnamita

Il Museo della Storia Vietnamita è stato costruito dal 1926 al 1928 e progettato dall’architetto francese Delaval. Oggi, presso il Museo, si conservano in ottime condizioni oltre di 30.000 documenti, oggetti preziosi della storia vietnamita e delle culture delle etnie diverse dalla sua nascita allo stabilimento del Partito comunista vietnamita nel 1930.

Museo della Storia Vietnamita – Photo Credit: Internet

 

Cose da mangiare – La diversità gastronomica da non saltare

Riso Tam di Saigon

Com Tam, rappresentando un simbolo culinario della Città di Ho Chi Minh. Questo piatto comprede la carne di maiale cotta alla griglia già marinata, grazie a cui la carne è resa più tenera e profumata con la squisita caramellizzazione. Va accompagnata dal riso rotto bollito. È ancora più delizioso mangiando con la salsa di pesce. Inoltre, si può sostituire la carne di maiale con il pollo, o le Costolette di maiale.

Indirizzo:
Il Riso Tam di Tu Map: 812 via Sư Van Hanh, Quartiere 12, Distretto 10
Il Riso di Nguyen Van Lac: 43 via Nguyen Van Lac

Riso Tam – Photo Credit: Internet

 

Hu tieu di Nam Vang – Kuy teav di Nam Vang

Hu tieu, un tipo di vermicelli, è famossisimo con l’appellativo “Il Cibo Multietnico” visto che ha l’origine cambogiana ma si cuoce dai cinesi. Però a Saigon, Hu tieu di Nam Vang, il Hu tieu tipico di Saigon, diventa più conosciuto e preferito per una diversità degli ingredienti. In base ai hu tieu, va mangiato con la carne di maiale macinata, i gamberetti, le uova di quaglia, i calamari, ecc. e con vari tipi di verdure come: sedano, germogli di soia, erba cipollina, ecc. si può godere si questo gustoso cibo in 2 modi: la zuppa di Hu Tieu o Hu Tieu separato dalla zuppa.

Indirizzo:
Hu tieu di Nam Vang Ty Lum: 315 via Le Van Sy, Quartiere 1, Distretto di Tan Binh 
Hu tieu di Lien Hua: 90D via Tran Quoc Thao, Quartiere 8, Distretto 3.

Hu tieu Nam Vang – Photo Credit: Internet

 

Insalata di manzo secco

L’Insalata è la combinazione perfetta tra papaya verde, carotte con manzo secco, ecc.

Indirizzo:  Il Parco di Le Van Tam, Distretto 3. Esiste da decenni.

Insalata di Manzo secco – Photo Credit: Internet

 

Bot chien – La Farina di Riso fritta

Va mangiato con frittata, la papaya e la cipollina verda tagliate a listarelle. Il gusto dipende maggiormente  dal tipo di farina e dal nuoc cham (di solito si mangia con la salsa di soia mischiata dall’acqua e zucchero).

Indirizzo:
Bot chien Dat Thanh: 277 via Vo Van Tan, Distretto 3

Bot Chien – Photo Credit: Internet

 

Pane alla Pha Lau

Secondo i documenti, il pane di Pha Lau ha l’origine dalle feste dell’etnia di Tieu.  Il cibo comprende un pane che contiene organi interni di maiale mangiati con la salsa tipica, accompagnati da cipollina verde, peperocini, ecc. 

Indirizzo: 823 via Nguyen Trai, Quartiere 14, Distretto 5.

Pha Lau – Photo Credit:Internet

 

Souvenir gastronomici da portare a casa da Saigon

 

Bo 1 Nang, Nai 1 Nang (Carne di cervo, manzo sono resi secchi essendo esposti alla luce del sole)

– Photo Credit: Internet

Com chay (Riso fritto misto) – Photo Credit: Internet

Banh dua nuong (Biscotti di cocco alla griglia) – Photo Credit: Internet

 

Ecco è  la gita nei dintorni di Saigon!

Sign up for the Amotravel Newsletter...
Copyright 2017 Amotravel. All rights reserved.